Problemi con la stampante? Ecco cosa ci fa arrabbiare di più

Solitamente con la tecnologia la maggior parte delle persone mostra un rapporto di amore e odio, a seconda dei casi. Spesso aiuta, ma talvolta innervosisce. Tra i casi più diffusi di nervosismo tecnologico vi sono i dialoghi che gli utenti cercano di intraprendere con le proprie stampanti, nella speranza che esse possano in qualche modo ascoltare e accettare gli improperi che vengono rivolti da chi si attende una stampa che non arriva oppure che giunge in maniera errata e imprecisa.

Problemi con la stampante: ci si arrabbia di più a casa o in ufficio?
Difficile dire con certezza se monta il nervoso più a casa oppure sul luogo di lavoro, ma considerando che la maggior parte delle persone di giorno lavora negli uffici pare che sia questo il luogo principale dove gli utenti si innervosiscano maggiormente a causa di problemi con le stampanti. I tempi imposti oggi dalla dinamicità del mondo impone che tutto debba procedere velocemente e quando si esige un’operazione rapida e veloce, anche la più semplice, spesso capita che si manifesti il problema. Spesso i problemi più comuni con la stampante capitano poco prima del termine dell’orario lavorativo oppure un momento prima di uscire di casa, contribuendo così ad accrescere un ritardo inopportuno.

Le cause di rabbia verso la stampante.
E’ possibile stilare una sommaria e simpatica classifica che raggruppa le principali cause che scatenano nella persona sentimenti di odio verso lo strumento tecnologico in questione, anche perché sono state svolte delle indagini e delle statistiche a livello nazionale e internazionale che hanno dato in parte risultati sorprendenti, ma in altra parte anche abbastanza prevedibili, esternando un campionario di situazioni che contribuiscono ad innervosire il personale. Una delle indagini in questione è stata commissionata da Epson, ma anche Canon, Brother e HP sono a conoscenza delle principali cause che generano delle problematiche alle stampanti e che rappresentano fonti di frustrazione per l’essere umano.

La sostituzione dell’inchiostro
Seppur non è classificabile come un vero e proprio problema insormontabile, rappresenta la primaria causa di rabbia verso una stampante. Devi stampare urgentemente un documento, ma una spia rossa o un messaggio sullo schermo del computer ti avvisa che è terminato l’inchiostro e dopo un paio di imprecazioni sei costretto a sostituire la cartuccia. E’ sempre consigliabile scegliere un kit di cartucce compatibili o di toner per stampanti laser da avere nel cassetto, perché quando meno te lo aspetti può capitare di doverli utilizzare e se non hai i ricambi dovrai arrabbiarti più con te stesso che con la stampante.

Termine della carta
Spesso pare andare di pari passo con la fine dell’inchiostro al punto che talvolta le due situazioni si sovrappongono. Qualche risma di scorta non guasta mai, meglio se posizionata nei pressi della stampante. Solitamente gli uffici sono sempre dotati di scorta, mentre a casa spesso si tende a tenere appena l’indispensabile. Il consiglio è quello di tenere una risma a disposizione anche nel cassetto di casa.

Inceppamento carta
Un’altra fonte di rabbia la si avverte quando si inceppa la carta. Questo è un problema più serio rispetto ai due precedenti in quanto non è sempre di immediata soluzione e talvolta richiede l’intervento di un tecnico. A volte non si ha dimestichezza nell’aprire la stampante operando su manopole e leveraggi, inoltre l’ansia del momento non aiuta. Soprattutto nei luoghi di lavoro, per le stampanti più complesse, potrebbe aver senso chiamare un esperto anziché avventurarsi in operazioni con il rischio di rovinare qualcosa. Diverso invece è per le stampanti domestiche o per piccoli uffici, molto più intuitive nella risoluzione di questo genere di problematiche.

Connessione
Talvolta si manifestano problemi relativi alla connessione con il computer o con il dispositivo mobile. Stampanti di uffici (ma anche quella di casa) sono connesse wifi oppure in rete ethernet, ma può capitare che si dà l’impulso della stampa la quale però non viene di fatto inviata alla stampante. Un problema di connessione è abbastanza comune e questo tende a innervosire molto l’utente il quale si trova a non poter stampare senza conoscerne il motivo.

Tempi di stampa
Un altro tra i principali motivi di nervosismo riguarda i tempi di attesa della stampa. Le stampanti non sono tutte uguali, così come non lo sono i documenti che si vorrebbero stampare. Per questi motivi è possibile che file più complessi e di grandi dimensione possano impiegare anche qualche minuto prima che vengano stampati. Ciò avviene perché la stampante ha una sua memoria interna che a volte non è in grado di gestire in tempo reale la mole di lavoro a cui è sottoposta. Stampare una foto richiederà sempre più tempo di una lettera perchè le informazioni da trasferire sono maggiori. Avere una stampante lenta è dunque uno dei motivi di frustrazione e di nervosa impazienza.

Manutenzione
le stampanti richiedono una certa manutenzione. Un foglio stampato con caratteri non perfetti o colori poco brillanti richiede probabilmente l’esecuzione di una pulizia o di un riallineamento testine. Eseguire queste operazioni, addentrandosi nel menu specifico della stampante tra menu e sotto menu, diventa spesso fonte di tensione per chi è al momento davanti al dispositivo. Tale incezza genera solitamente una certa tensione, la quale è accentuata dal fatto che le operazioni del caso richiedono qualche minuto, il che si traduce con un’attesa ancora maggiore per poter avere la stampata desiderata.