Occupazione nelle forze armate: la difesa offre 100 posti di riserva volontaria

EFE

Il Ministero della Difesa ha oggi chiamato centinaia di posti per l'ammissione ai centri di formazione militare per l'acquisizione dello status di riservisti volontari delle Forze Armate, una gran parte di loro che lavorano nel settore della medicina.

Questo è contenuto nella risoluzione 452/38253/2017 del 3 novembre del sottosegretario della Difesa, che pubblica oggi la Bollettino Ufficiale (BOE).

Lo scopo della chiamata è quello di regolare il processo di selezione , attraverso la forma di ingresso diretto, attraverso il sistema di concorso, per l'ammissione ai centri di formazione militare per l' acquisizione dello status di riservisti volontari delle Forze Armate nel categorie di ufficiali, ufficiali piccoli e truppe e marinai.

Tipo di posti

  • 50 sono destinati agli Organi Comuni (25 per medici e il resto per aree di farmacia, infermieristica, odontoiatria, veterinaria, psicologia, legale e musicale).
  • 25 per l'esercito.
  • 13 per la Marina.
  • 12 per la Forza Aerea.

Requisiti per essere un riserva volontario

Per accedere a questi luoghi è necessario avere nazionalità spagnola , tra i 18 ei 58 anni per le posizioni dell'ufficiale e delle categorie non ufficiali e 55 anni per la categoria truppe e marinai.

Altri requisiti non devono essere i documenti penali, non essere perseguiti, imputati, indagati o perseguiti, e non avere alcun procedimento legale per un crimine intenzionale.

I candidati non devono avere tatuaggi con espressioni o immagini contrarie ai valori costituzionali, alle autorità, alle virtù militari, che presuppongono il disprezzo per l'uniforme, che possono tentare contro la disciplina o l'immagine delle forze armate in una qualsiasi delle sue forme che riflettono motivi oscene o incitere discriminazioni di natura sessuale, razziale, etnica o religiosa.

Né sono consentiti gli anelli, i picchi, gli inserti, le mutilazioni o simili che potrebbero essere visibili portando i diversi tipi di uniformi delle Forze armate nelle sue diverse modalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *