La cartomanzia è davvero una pseudoscienza?

La cartomanzia è ancora circondata da misteri. Molti non riescono ad accettare il fatto che le carte ci trasmettano  messaggi che alcune persone esperte possono interpretare.

È possibile che attraverso la cartomanzia si possano vedere eventi passati, presenti e futuri della persona?

Tutti questi i fenomeni possono essere spiegati e cercheremo di chiarire questo grande mistero. Alcune versioni indicano che la storia delle carte divinatorie inizia con l’invenzione di esse, a soli fini ludici, nella Cina del VII secolo.

Queste carte, la cui origine sembra sia collegata al gioco dei dadi, furono usate all’inizio più per scopi ludici, solo successivamente per gli oracoli e infine per la cartomanzia.

Alla fine del 13 ° secolo e all’inizio del 14 ° secolo, le carte da gioco fecero la loro comparsa in Europa, dove incontrarono una forte opposizione da parte della Chiesa che le etichettò come oggetti “diabolici”. Ma questo non impedì all’aristocrazia (soprattutto in Francia) di accettarla nei salotti parigini del XVIII secolo decretandone l’ingresso nella società, in cui famosi veggenti come Antoine Court (il suo nome da artista era Antoine de Gébellin) o Marie-Anne Lenormand (conosciuta sotto il nome di Sybille di Parigi) divennero ben presto molto conosciuti e ricercati. Marie-Anne Lenormand, le cui carte divinatorie portano il nome, è la più famosa veggente di tutti i tempi. La sua clientela aveva persone illustri come Marat e Robespierre, Napoleone, l’imperatrice Giuseppina e persino lo zar russo Alexander I. Tra le sue più importanti predizioni ( che ne hanno decretato fortuna e successo) ricordiamo la morte di Marat e Robespierre e la caduta di Napoleone Bonaparte.

Cartomanzia vs tarocchi

A differenza dei Tarocchi, interpretare le carte in Cartomanzia è molto più complesso. Infatti, nei Tarocchi, ogni carta ha il suo significato preciso, che può però variare a seconda della posizione. Nella cartomanzia invece le lettere hanno un significato molto più completo. Non solo il disegno del grafico viene utilizzato per interpretarne il significato, ma vengono presi in considerazione anche i colori e i dettagli minori. Ciò che può passare inosservato nei tarocchi non accade in Cartomanzia.

Tre diversi metodi di lettura

La cartomanzia utilizza tre diversi metodi di divinazione o di interpretazione. Il primo è il metodo del magnetismo. Il secondo si basa sulla concentrazione, il terzo è il metodo dell’intuizione. Ognuno di essi può essere utilizzato in modo diverso, ed è il cartomante a scegliere quello che più gli si addice.

Chi pratica la cartomanzia e quali informazioni otteniamo?

Come abbiamo detto, una lettura in cartomanzia è molto più complessa di una lettura dei Tarocchi. Ecco perché questa è fatta solo da persone che hanno molta esperienza in questa forma di divinazione. Inoltre, quando si impara la divinazione e l’interpretazione delle carte, la specializzazione in cartomanzia avviene solo successivamente. Pertanto, se vogliamo ottenere una lettura completa con interpretazioni corrette, dobbiamo cercare una persona che si è specializzata in questa forma di divinazione.

Per quanto riguarda le informazioni che possiamo ottenere da una c’è da dire che tutto dipende dalle necessità della persona e dall’esistenza o meno di domande specifiche a cui si desidera trovare risposte, in maniera basilare possiamo dire che i Tarocchi offrono una visuale generica mentre la cartomanzia può rispondere a domande specifiche e occuparsi di dettagli e un bravo casrtomante sarà anche in grado di fornirci indicazioni sulla risoluzione di eventuali difficoltà.