I miracolosi benefici della dieta mediterranea

Sappiamo che la Dieta Mediterranea è uno stile di vita tipico delle zone che si affacciano sul bacino. Inizialmente studiata da Lorenzo Piroddi (medico italiano che la utilizzava nella cura delle malattie del ricambio) e successivamente approfondita da Ancel Keys (ricercatore statunitense che avviò il famoso esperimento Seven Countries Study), la Dieta Mediterranea è oggi considerata una VERA e PROPRIA terapia nutrizionale.

Tra i partecipanti che si sono mostrati più ligi nei confronti delle regole della dieta mediterranea sono state rilevate una riduzione del 35% della probabilità di sviluppare la sindrome metabolica e una diminuzione del 43% del rischio di ingrassare. Per di più chi segue i principi di questo tipo di alimentazione vede anche ridursi i livelli di colesterolo “cattivo” e, allo stesso tempo, un aumento di quelli di colesterolo “buono”. Per questi motivi secondo i ricercatori non ci sono più dubbi. “Il nostro studio – ha sottolineato Stefanos Kales, responsabile della ricerca – aggiunge più prove che dimostrano i benefici per la salute della dieta mediterranea”.

Negli ultimi anni sono stati pubblicati ampie e significative ricerche che danno importanti segnali dell’esistenza di un rapporto causale tra la Dieta Mediterranea e la riduzione dell’incidenza di malattie cardiovascolari, tumori ed altre patologie gravi. Ecco una selezione di alcuni tra i più importanti studi sull’influenza della Dieta Mediterranea su tali patologie:

  1. Demenza. Tra i possibili fattori che possono influenzare sia l’insorgenza che la progressione della demenza, lo stile dietetico ha un ruolo importante e l’aderenza alla dieta mediterranea ha suscitato molto interesse. La dieta mediterranea, infatti, è caratterizzata dall’assunzione di alimenti che svolgono un ruolo protettivo per il cervello.
  2. Sindrome metabolica. La Dieta Mediterranea è un importante alleato contro la sindrome metabolica, ossia quell’insieme di condizioni (obesità, diabete, ipertensione arteriosa, dislipidemie) che espongono un soggetto a elevato rischio cardiovascolare.
  3. InfartoDiversi studi hanno dimostrato che vi sarebbe un’associazione inversa tra l’olio d’oliva o tra l’adesione a un modello alimentare mediterraneo e l’infarto del miocardio. L’aumento di consumo di cibi mediterranei ha inoltre diminuito sensibilmente il rischio di morte precoce in pazienti già colpiti da infarto del miocardio, questo indipendentemente da qualsiasi trattamento farmaceutico.
  4. Carenza di vitamine.La dieta mediterranea ha un effetto protettivo verso diverse patologie croniche. Una delle caratteristiche più importanti sembra essere un corretto bilanciamento tra macro e micronutrienti. Tra i micronutrienti le vitamine sono essenziali per il benessere dell’organismo e la dieta mediterranea garantisce un adeguato introito di vitamine sia idro che liposolubili.
    5. Cancro. Numerosi studi hanno dimostrato che uno stile alimentare ispirato ai princìpi della Dieta Mediterranea è in grado di ridurre il rischio di ammalarsi di cancro. Grazie all’elevato contenuto di grassi insaturi, fibre, vitamine e oligoelementi, con azione anti-radicali liberi, la dieta mediterranea ha un importante potere anti-infiammatorio e anti-ossidante.