I maggiori problemi psicologici nei giovani

L’ adolescenza è un’ età molto complicata, sia per il giovane che sta vivendo molti cambiamenti interni ed esterni che non sa controllare, sia per i genitori e gli adulti che sono con lui o con lei, perché il loro atteggiamento quasi sempre impedisce loro di poter parlare con calma o capire esattamente cosa sta accadendo loro.

Nell’ adolescenza, è comune che alcuni problemi psicologici appaiano più o meno gravi a seconda del disturbo trattato, del momento della sua identificazione e diagnosi, del trattamento degli psicologi e del sostegno ricevuto dall’ adolescente. Ecco perché vi portiamo una piccola guida per capire cosa potrebbe passare attraverso la testa del vostro adolescente.

Due tipi di problemi psicologici nell’ adolescenza

In generale, la maggior parte dei disturbi sono divisi in due tipi:

  • Emotiva e comportamentale. Disturbi dell’ umore, del comportamento alimentare (anoressia, bulimia), la cosiddetta crisi adolescenziale (isolamento, aggressività, ribellione, ansia conflittuale legata all’ identità e all’ orientamento sessuale) e disturbi legati alla sostanza come alcol o droghe.
  • Apprendimento. deficit di attenzione, che può verificarsi con o senza iperattività.

Ansia negli adolescenti

Gli adolescenti sono per natura nervosi, ma la loro ansia deve essere mantenuta entro i limiti in modo che non influisca negativamente sulla loro vita.
Adolescenti con alti livelli di ansia sono spesso insicuri, perfezionisti, e in grande bisogno di approvazione da parte degli altri. Di solito hanno poca fiducia in se stessi e temono molte situazioni.
Crisi ansia: i sintomi. Apparentemente appare bruscamente ed è solitamente di breve durata, anche se molto intensa: dà l’ impressione di morte imminente. I sintomi includono palpitazioni, sudorazione, tremori e sensazione di soffocamento, nonché dolore toracico e disagio intorno al cuore.

Stress adolescenziale

Tutti noi viviamo momenti stressanti nella nostra vita, ma ci sono persone che tollerano queste circostanze meglio di altri, e così è con gli adolescenti. Le reazioni allo stress si verificano solitamente con una miscela di depressione e ansia, ma possono anche manifestarsi con alterazioni nel comportamento del giovane.
Situazioni stressanti: brusca cessazione di un corteggiamento, difficoltà di integrazione nelle scuole superiori, mancanza di amici, problemi con i genitori.
Sintomi di stress: stanchezza; eccesso di alimentazione, bere o fumare; atteggiamento depressivo; nervosismo e stato d’ animo preoccupato; difficoltà di concentrazione; temperamento capricci; improvvisi fughe da casa; ritiro sociale.

Aggressività nei giovani

Nell’ aggressività c’ è una componente molto importante che si apprende: questo hanno visto durante la loro infanzia, questo lo fanno i bambini. Anche così, durante l’ adolescenza, i giovani cercano una nuova identità e molte volte sono aggressivi. Questa aggressività è solitamente causata da:
Fattori neurofisiologici, biologici ed endocrini – Alcune malattie mentali – La situazione economica: povertà, disoccupazione, discriminazione, marcate disuguaglianze economiche, squilibrio tra aspirazioni e opportunità – Le tensioni di una società competitiva, dove l’ accumulo di beni esclusivamente materiali viene valutato.  L’ assenza di progetti o parametri di riferimento – Ambiente familiare degradato – Sistema scolastico inefficace – Il possesso di armi è un importante fattore di rischio, poiché in qualsiasi alterazione è più facile passare dall’ aggressione all’ omicidio.
L’ atteggiamento dei genitori nei confronti dell’ aggressività dei loro figli: dipenderà dal grado presente, qualcosa che dovrebbe essere apprezzato da un esperto di psicologia. Tuttavia, i valori che non hanno nulla a che fare con la violenza devono essere trasmessi in casa fin dall’ infanzia: in questo modo diminuiranno le possibilità di avere un adolescente violento.

Depressione adolescenziale

Ricordate che l’umore depresso è molto comune tra gli adolescenti: ci sono troppi cambiamenti in un breve periodo di tempo e molti giovani reagiscono isolandosi dagli altri. Questo rende difficile diagnosticare la depressione negli adolescenti, ma dobbiamo essere consapevoli di improvvisi cambiamenti comportamentali e sintomi come questi:
Perdita di interesse in quasi tutte le attività – Il sonno è aumentato o diminuito – Sentimenti di inutilità – Aumenta o diminuisce il peso, in modo significativo senza alcun regime – Agitazione o rallentamento psicomotorio – Pensiero di difficoltà o concentrazione – Paura della morte e pensieri suicidi.

Anoressia e bulimia

L’ anoressia e la bulimia sono i più comuni, ma non gli unici, disturbi alimentari dei giovani. Si tratta di malattie in cui cibo e peso diventano ossessione. Le persone che hanno maggiori probabilità di soffrire di queste malattie sono perfezioniste, insicure, disposte a fare quello che gli altri si aspettano da loro e molto controllanti nei loro pensieri e nel loro aspetto.

Obesità negli adolescenti

L’ obesità interferisce in vari modi con gli adolescenti, tra cui l’ accelerazione della maturazione sessuale e il corso della crescita. I suoi effetti psicologici includono
Tristezza e isolamento, che trovano conforto nel cibo, costituendo così un circolo vizioso dal quale è difficile sfuggire.
Famiglia alle prese con disturbi adolescenziali
La cosa più importante è la comprensione e la pazienza. Se il vostro ragazzo soffre di un disturbo psicologico, per quanto grave possa essere, è molto probabile che il bambino avverta una combinazione di colpa e vergogna che lo rende arrabbiato. Per questo motivo, in famiglia dovrete mostrarvi comprensibili e pazienti, ma, naturalmente, senza”passare tutto”a lui: deve ancora imparare a comportarsi correttamente e ad avere rispetto per gli altri. Non dimentichiamo una sola massima: dobbiamo concentrarci sulle soluzioni, non sui problemi. Pertanto, chiedere aiuto a esperti vi aiuterà e vi guiderà attraverso il processo.
Sonia Dott.ssa Costalla Psicologa con studio a Torino in Via Damiano Chiesa 35/15