Cosa sono i climatizzatori inverter?

Cosa sono i climatizzatori inverterPer il controllo della velocità del motore del compressore viengono utilizzati dei climatizzatori inverter per il condizionamento dell’ aria che consente la regolazione continua della temperatura. Nei condizionatori d’ aria tradizionali invece regolano la temperatura utilizzando un compressore che periodicamente lavora a piena capacità o si spegne completamente. I condizionatori d’ aria dotati di inverter, hanno un regolatore di frequenza variabile che incorpora un inverter elettrico regolabile per controllare la velocità del motore e quindi la potenza di compressore e raffreddamento.

Confronto della regolazione della temperatura tra un inverter AA tradizionale e un inverter AA

Il regolatore di frequenza variabile utilizza un raddrizzatore per convertire l’ ingresso AC in DC e quindi utilizza la modulazione della larghezza di impulso su un inverter elettrico per produrre AC della frequenza desiderata. La frequenza CA varia da motore brushless e motore a induzione. Poiché la velocità di un motore a induzione è proporzionale alla frequenza CA, i compressori funzionano a diverse velocità. Un microcontrollore può quindi testare l’ attuale temperatura dell’ aria ambiente e regolare di conseguenza la velocità del compressore. Componenti elettronici aggiuntivi aumentano il prezzo delle apparecchiature e dell’ installazione. La conversione da AC a DC e quindi la conversione in AC può costare fino al 4 – 6% sulle perdite di energia ad ogni passaggio di conversione.

L’ eliminazione dei cicli di accensione e spegnimento aumenta l’ efficienza e la durata di vita dei componenti e contribuisce ad eliminare forti oscillazioni di carico nei luoghi in cui si trova l’ alimentazione CA. In definitiva, questo rende i condizionatori d’ aria inverter meno soggetti a guasti, offrendo una riduzione della bolletta elettrica e la tranquillità per il compressore d’ aria rispetto ai compressori standard.

Inverter aria condizionata

Mentre all’ inizio degli anni’ 90 i condizionatori d’ aria degli inverter presentavano alcuni inconvenienti, come ad esempio problemi di conversione e filtraggio, ora sono stati risolti. I condizionatori d’ aria inverter utilizzano motori a magneti permanenti, invece dei tradizionali motori asincroni a gabbia di scoiattolo, questi motori consumano meno energia e non richiedono corrente di magnetizzazione per il rotore. I condizionatori d’ aria inverter sono quindi più efficienti dal punto di vista energetico. Il 100% dei condizionatori d’ aria giapponesi utilizzano compressori inverter. Per le abitazioni convenzionali, dove ogni unità interna è collegata ad una singola unità esterna, gli inverter sono l’ opzione preferita. L’ aumento della spesa iniziale è compensato da una riduzione delle bollette energetiche. In uno scenario tipico, il tempo di recupero è di circa due anni (a seconda dell’ uso).